Quante volte abbiamo detto dovrei fare quella cosa, ma non ho tempo?

E quante volte, in effetti, era realmente così?

Quando ci troviamo a non avere tempo per portare a termine una mansione che rimandiamo da giorni o addirittura da mesi, molto spesso siamo semplicemente vittime di una cattiva organizzazione.

Ogni giornata è composta dalle stesse 24 ore, tutto sta in come le utilizziamo per portare a termine i nostri obiettivi:

rimanendo ben organizzati e sfruttando queste tre  semplici tecniche di gestione del tempo, sarà possibile avere più tempo a disposizione per poter fare ciò che per noi è più importante.

1) Le Cose-Da-Fare

In inglese si chiamano To-Do-List e non sono altro che le classiche liste di cose da fare che si scrivono su post-it, fogli volanti o sul proprio smartphone.

La prima tecnica di gestione del tempo consiste nel dedicare 5 minuti al mattino per scrivere l’elenco di cose da compiere durante la giornata. Personalmente tutte le mattina creo il mio “piano di lavoro” e utilizzo l’applicazione “Wunderlist

Ho, così, la possibilità di:

  • Avere un quadro completo della quantità di cose da fare durante il giorno e di sistemare la lista scartando o posticipando gli impegni superflui, senza una precisa scadenza;
  • Evitare il rischio di dimenticare appuntamenti o cose-da-fare importanti;
  • Essere maggiormente organizzati per non perdere tempo.

2) Le priorità sono importanti 

Partendo proprio dalla To-Do-List, per una gestione del tempo veramente ottimizzata il consiglio è di dare priorità effettive alla lista di cose da fare.

Sapevate che solo il 20% delle cose che facciamo, determina l’80% degli obiettivi che vogliamo raggiungere?

Questo significa che la mente avrà la possibilità di concentrare le proprie energie per portare a termini compiti urgenti, sarà più attiva e predisposta a vedere le cose con ottimismo.

Sarà sufficiente tracciare un punto esclamativo di fianco alla mansione prioritaria o sottolinearla di rosso per distinguerla dalle altre (con wunderlist hai la possibilità di inserire una scadenza)

3) Come viene utilizzato il proprio tempo?

Ma quando diciamo non ho tempo, cosa intendiamo?

Che non abbiamo ore, minuti, secondi a disposizione, nell’arco delle 24 ore, per portare a termine quel preciso compito. Capire come si utilizza il proprio tempo a disposizione, sia per lavorare che per la propria vita privata, aiuta decisamente a notare quali siano gli eventuali problemi che ci portano a non avere tempo.

Procrastinazione? To-Do-List troppo confusionarie? Priorità da rivedere?

Per tenere traccia del tempo potrebbe essere utile creare una tabella di marcia da seguire nel corso della giornata. È possibile avvalersi di supporti cartacei, come semplici taccuini, o delle funzionalità avanzate delle applicazioni per smartphone, come per appunto la sopracitata wunderlist.

Impostata un’ora predefinita per portare a termine la mansione designata, lo smartphone inizierà a suonare obbligandoci a dare una sbirciata all’impegno che ci eravamo prefissati di affrontare.

Perché sprecare ore e minuti preziosi quando è sufficiente un po’ di organizzazione per potersi dedicare a ciò che più amiamo? Sono sufficienti cinque minuti ogni giorno da dedicare alla gestione del tempo, tramite le tecniche sopra riportate, per poter vivere una vita più spensierata.

button