Inviare newsletter conviene ancora? Secondo me sì!

E il motivo è molto semplice: si tratta di un ottimo mezzo per comunicare con il cliente e per tenere vivo il suo interesse nei confronti del brand.

Oggi sul Web è sempre più difficile farsi notare dal proprio target. Troppa concorrenza e poco tempo per catturare l’attenzione degli utenti.

Per questo contattare direttamente le persone con un contenuto stuzzicante può fare la differenza tra un business di successo e un’occasione mancata.

A cosa e perché serve inviare newsletter

Forse non sempre viene sfruttato correttamente e con successo, ma ciò non toglie che il direct marketing sia una parte fondamentale di una strategia digitale.

Ecco perché dovresti creare una mailing list e tenerla sempre aggiornata con nuovi contatti.

Disporre di una lista di indirizzi email è molto importante a livello strategico, perché ti permette di eseguire delle ricerche di mercato più approfondite e di consolidare la tua conoscenza del tuo target effettivo.

Infatti, è possibile associare tutta una serie di informazioni aggiuntive molto utili all’indirizzo email di un utente. Per esempio il suo contatto telefonico o la sua attività sui social network.

In più, mentre altre forme di identificazione, come ad esempio i cookie, hanno una data di scadenza molto immediata, l’email è una costante. Durano anni prima di essere cambiate (e spesso non cessano mai di essere utilizzate) e sono un qualcosa che l’utente controlla periodicamente.

Perché tutti questi dati sono così preziosi? È su questo che andrai a targetizzare le tue campagne e la tua strategia digitale.

L’invio di newsletter automatizzate nel funnel

In altre occasioni abbiamo parlato spesso del funnel: un sistema strategico estremamente efficace.

Il suo obiettivo è semplice: convertire il traffico in azioni utili, come per esempio una vendita.

Creare una mailing list e inviare delle newsletter ai tuoi clienti sono attività utilissime a questo fine.

Da un lato, rende possibile avere delle statistiche e delle informazioni di contatto che funzionano come una bussola per la tua strategia. Dall’altro, significa agire in modo diretto sulla realizzazione della conversione sperata.

Per questo io consiglio sempre di aggiungere una newsletter automatizzata come elemento fondamentale del funnel.

I benefici per il tuo business di inviare una newsletter

Entriamo più nel dettaglio e vediamo quali sono le fasi del funnel in cui aiuta inviare una newsletter e quali benefici può trarne la tua azienda.

Promozione

Il primo – e forse più ovvio – utilizzo delle newsletter è quello di promuovere i tuoi prodotti o servizi.

Chiaramente chi si è iscritto alla tua mailing list ha un interesse verso quello che offri e proporgli le tue soluzioni di tanto in tanto può essere utile tanto per te quanto per loro.

A questo proposito voglio aprire una parentesi.

Quello che devi capire è che c’è una differenza abissale tra newsletter e spam. Nel nostro caso le persone hanno aderito di propria iniziativa e tu devi inviare loro qualcosa da cui possano trarre un’utilità.

Aggiornamento

Lo scopo di una newsletter può essere anche aggiornare gli utenti sulle novità riguardanti la tua attività.

Per esempio un avvenimento speciale come il cambio di logo, oppure il lancio di una nuova linea di prodotto.

Insomma, il suo scopo è prevalentemente informativo, ma può avere anche un sottofondo commerciale.

Follow-up

Hai difficoltà a far tornare i visitatori del tuo sito e i tuoi clienti? Questa è la soluzione che cerchi.

Ti ho già parlato di quanto sia importante inviare una newsletter automatizzata nel funnel. Ovvero dell’email di follow-up.

Si tratta di una catena di email che devi inviare per tenere viva l’attenzione di un utente che ha visitato il tuo sito web o che ha manifestato interesse nei tuoi confronti.

Ad esempio chi si è iscritto per scaricare un contenuto gratuito a cui può seguire un upgrade a pagamento.

Ma non solo! È anche un’ottima strategia di fidelizzazione del cliente.

Branding

Costruire un brand personale forte e rispettato non è facile, perché occorre prima di tutto conquistare la fiducia delle persone.

Per fortuna l’email marketing serve anche a questo!

È proprio così: inviare newsletter è anche un’attività per rafforzare la tua immagine. Puoi infatti utilizzarla per dimostrare di essere un vero esperto nel tuo settore.

Come? Invia degli articoli o dei contenuti informativi su un tema attuale che sai possa interessare il lettore.

 

Insomma. Aggiornare, informare, vendere, convertire, fidelizzare e coinvolgere: i motivi per cui la tua azienda deve inviare newsletter sono davvero molti.

Ma ricorda: oltre a farlo, è molto importante farlo bene.

Lascia un commento se ti servono consigli su come scrivere una newsletter accattivante.

button