Quando le cose vanno male ti senti obbligato a fare delle scelte e finisci col sacrificare intere fette di te stesso.
Ma la vita non è una corsia unica.
E non è nemmeno un insieme di linee parallele.
Anzi, spesso e volentieri rischia di diventare un vero e proprio groviglio di aspetti che ogni giorno si sovrappongono.
Ecco perché in molti perdono il controllo sulla propria vita.
Oppure riescono a mantenerlo, ma solo a patto di dissezionarla e di concentrarsi solo sulla parte professionale.
Così c’è chi vive per il lavoro, mentre la vita privata e il benessere passano in secondo piano.
Io sono qui per dirti che nessuno di questi approcci è quello giusto. Perché l’unico modo per stare bene con te stesso e avere successo è trovare un equilibrio che bilanci i tre aspetti: business, vita privata e forma fisica.

Come ho trovato l’equilibrio tra lavoro, famiglia e benessere fisico

Devo ammetterlo. Anche io ci ho messo del tempo a capire l’importanza di trovare un equilibrio nella vita.
In fondo è facile cadere in questa trappola.
O perché sei troppo stanco, o perché le tue intenzioni sono buone (per esempio provvedere alla tua famiglia), basta poco per farsi assorbire completamente dal lavoro.
Anche perché – senza una strategia adeguata – l’alternativa ti appare come un totale caos.
Le cose però sono cambiate quando ho preso consapevolezza di due realtà.
Realtà 1: lo stress di pensare solo a come portare a casa dei risultati concreti per gli altri stava massacrando la mia mente e il mio corpo.
Realtà 2: anziché portare stabilità alle persone attorno a me, le stavo alienando.
Insomma, vivevo un paradosso, dove la cura diventava la malattia.
Ma il problema non era nei miei obiettivi, bensì nell’esecuzione.
Ero miope. Mi concentravo solo sul breve periodo e su ciò che era automatico.
“Vuoi regalare una bella vita alla tua famiglia, allora devi lavorare come un cane”. Ecco trovato l’errore!
È vero che per costruire un futuro stabile sia necessario lavorare sodo. Ma è altrettanto vero che il solo lavoro è un veleno.
Ed è così che ho cambiato rotta.
Se i miei obiettivi erano la felicità nella vita privata e il successo nel lavoro, non aveva senso buttarmi di testa su uno e sperare che l’altro seguisse a ruota. Da solo.
A una pianta per fiorire non basta essere bagnata, ha anche bisogno di luce.
Allo stesso modo, per essere produttivo – così come per poterti godere i frutti di quella produttività – hai bisogno di benessere e quindi devi pensare anche alla tua forma fisica.
Così mi sono lasciato alle spalle la mia giornata lavorativa di 14 ore e ho trovato una strategia efficiente, che mi permettesse non solo di ottenere gli stessi risultati in minor tempo, ma che integrasse anche gli altri aspetti della mia vita.

Scopri come trovare la determinazione e essere un imprenditore di successo.

Business + vita privata + forma fisica = successo

Ho iniziato a ottimizzare i miei tempi e così è triplicata la mia produttività.
Con la carriera che andava a gonfie vele e più tempo libero a disposizione, ho iniziato a trascorrere molte più ore con la mia famiglia. Anche durante la settimana!
Infine, mi sono iscritto in palestra.
Anzi, a dire il vero l’abbonamento lo rinnovavo anche prima, solo che questa volta ho ripreso ad andarci con regolarità.
Credimi: i risultati di questo cambiamento si sono visti in brevissimo tempo.
Più serenità in casa, meno stress, un’impennata di benessere e molta più reattività.
E di conseguenza, la mia carriera ha conosciuto una nuova ventata di energia e di ottimismo, che mi hanno permesso di realizzare nuovi progetti che prima mi sarebbero sembrati fuori dalla mia portata.
Insomma, l’equilibrio tra business, vita privata e forma fisica mi ha salvato e ha ampliato il mio potenziale sotto ogni punto di vista. Ecco perché adesso è la filosofia alla base del mio lavoro.
Hai delle difficoltà a tenere tutto sotto controllo?

Lascia un commento qui sotto. Sicuramente la soluzione è dietro l’angolo!

button